La mia storia

La mia esperienza come consulente nel settore del risarcimento si intreccia strettamente con la storia di Studio Blu, il network di studi che ho fondato nel 2001.

Era il 1995 quando rimasi vittima di un incidente stradale, imparando a mie spese cosa significa confrontarsi con il complesso mondo assicurativo e del risarcimento del danno, rendendomi conto della fondamentale necessità per chi subisce un danno di ricevere una assistenza seria e qualificata.

Decisi che questa sarebbe stata la mia professione ed iniziai, non senza difficoltà, a studiare la materia. Non appena mi sentii pronto avviai la mia attività imprenditoriale come consulente in infortunistica stradale, con una convinzione ben precisa: per potermi confrontare alla pari con i colossi assicurativi è necessario organizzarsi in una struttura forte a livello nazionale. Fu così che ebbi l’intuizione, rivelatasi poi vincente e imitata da più di qualcuno, di trasferire e condividere con altri imprenditori in tutta Italia il mio progetto, attraverso la formula commerciale del franchising network. Nel 2001, così, nasceva Studio Blu.

Un progetto lungimirante, che anticipava i tempi in quanto era il periodo in cui il settore terziario, con particolare riferimento ai servizi di bank-insurance, stava consacrando a ritmi sempre più sostenuti la fusione delle grosse aziende ed il lento funerale delle piccole imprese.

Io, Massimo Quezel, compresi che che per conquistare la fiducia dei danneggiati e per affrontare un mercato sempre più competitivo non potevo pormi come singolo. Condividere questo progetto con i primi affiliati mi permise di pormi un obiettivo ambizioso: diventare il punto di riferimento in Italia per tutti i danneggiati.

Oggi Studio Blu conta quasi 100 strutture operative in tutta Italia, capaci di gestire circa 20mila clienti ogni anno. Il mio progetto è divenuto una realtà consolidata. Siamo il punto di riferimento a livello nazionale per l’assistenza e consulenza verso migliaia di danneggiati.

Massimo Quezel (1965), imprenditore da sempre, svolge l’attività di consulente in infortunistica dal 1997 quando, dopo essere rimasto vittima di un grave incidente stradale, ha imparato a sue spese cosa significa confrontarsi con il complesso mondo assicurativo e del risarcimento del danno, rendendosi conto della fondamentale necessità di ricevere una assistenza seria e qualificata in tali situazioni.
Dopo un periodo di studio intenso della materia decide di intraprendere la professione di patrocinatore stragiudiziale e ben presto matura la consapevolezza che, per potersi confrontare alla pari con i colossi assicurativi, è necessario organizzarsi in una struttura forte a livello nazionale.
Ebbe così l’intuizione di trasferire e condividere con altri imprenditori in tutta Italia il suo progetto, fondando nel 1998 il primo franchising di studi dedicati alla tutela dei diritti dei danneggiati. Sempre nel 1998 inizia una esperienza decennale come liquidatore assicurativo per una nota compagnia estera.
La storia imprenditoriale di Quezel si può riassumere in tre momenti fondamentali: una esigenza concreta, ovvero la necessità di gestire il proprio risarcimento, ha determinato la nascita di una vera passione per il settore, che ben presto è divenuta la sua professione.
Formatore per la rete di studi appartenenti al franchising Studio Blu Responsabilità & Risarcimento, del quale è fondatore e presidente, Quezel ha la possibilità di confrontare quotidianamente la propria esperienza con quella di oltre 100 professionisti operativi in tutta Italia, consolidando pertanto competenze a 360 gradi nel settore del risarcimento danni oggi tra i più affermati esperti d’infortunistica in Italia.
Da sempre sensibile e attento a questioni che riguardano la tutela dei cittadini nei confronti dei poteri forti, ha individuato irregolarità su operazioni bancarie segnalandole a testate giornalistiche e innescando inchieste giudiziarie con risultati clamorosi a livello nazionale.
E’ autore del libro “Assicurazione a delinquere” (Chiarelettere, 2016) e, insieme a Francesco Carraro, di “Salute S.p.A. – la sanità svenduta alle assicurazioni” (Chiarelettere, 2018). Sempre con Francesco Carraro ha scritto il manuale tecnico “Risarcimento del danno nell’infortunistica stradale” (Maggioli, 2017).
Scrive per la versione online della testata giornalistica “Il Fatto Quotidiano” e per il portale di informazione giuridica “LeggiOggi”.